Schede di controllo e potenzialità

L’IoT oltre ad inserirsi perfettamente nell’ambito domestico e della domotica, rappresenta un punto di svolta anche nel campo industriale e dei servizi, per dimostrare ciò, decisi di portare all’esame di maturità un modellino di un parcheggio automatizzato sotterraneo, realizzato interamente da me, con una scheda di controllo Arduino Mega 2560 e tanti altri pezzi recuperati da vecchie stampanti.

Video

Il vantaggio di utilizzare queste schede è dato dalla grande community che c’è dietro, dalla semplicità di programmazione delle stesse e dalle licenze Creative Commons sotto il quale sono state rilasciate, perciò chiunque può utilizzare, modificare e adattare una scheda Arduino per realizzare un suo progetto, a patto che lo stesso sia rilasciato con la medesima licenza CC.

Articolo a cura di Luca Fumarola

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...